Home Opinioni Renziloni, il governo Ogm che su Scuola e Mps si gioca tutto. Ma al Miur non lo sanno

Renziloni, il governo Ogm che su Scuola e Mps si gioca tutto. Ma al Miur non lo sanno

3 min read
0
renziloni

Duri pochi mesi o fino alla fine della legislatura, il governo Gentiloni ha una mission precisa: cercare di sgombrare il campo da tutti i problemi che avevano reso complessa la vita di Renzi premier. Per riuscirci ha deciso una strategia chiara: le energie vanno canalizzate sul fronte bancario e sulla scuola. La battaglia con la Bce sulla nazionalizzazione del Monte dei Paschi e delle altre banche che nel 2016 si sono trovate sull’orlo del fallimento, serve a dimostrare agli italiani che i loro risparmi sono al sicuro e che lo Stato non tentennerà più di fronte ai problemi del credito. Ma il fronte più importante è quello scolastico. L’unico ministero che abbia avuto un reale passaggio di consegne è il Miur: via la Giannini, a cui si sono imputate le pessime gestioni dei vari capitoli della riforma della Buona Scuola. Al suo posto una sindacalista, Valeria Fedeli, con un curriculum di vasta esperienza sindacale e di molte ombre scolastiche. Soprattutto, però, una in grado di ricucire lo strappo con i sindacati. Le prime mosse sono state proprio in questa direzione: convocazioni a ripetizione, anche durante le festività, e strategie concordate su mobilità straordinaria e chiamata diretta.  Adesso, però, viene il difficile: la Fedeli nel suo indirizzo politico, di fatto, non ha mosso di una virgola il progetto del suo predecessore. I tempi per risolvere il grande problema della scuola dell’Inclusione (in Italia sono oltre 270.000 gli studenti disabili che necessitano di un’insegnante di sostegno) sono ridotti a pochi giorni. Per non parlare del macigno delle assunzioni che con grande leggerezza Renzi, Giannini & co. avevano annunciato in 25.000. Ma qui i soldi, secondo Padoan bastano, forse, per meno della metà. Che succederà, allora? Se l’obiettivo del Renziloni è sanare le piaghe, deve passare attraverso queste forche caudine. Non basteranno i miliardi per Mps, anzi dovesse darli alle banche e non investire sulla Scuola l’obiettivo sarebbe doppiamente fallito.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Opinioni
Comments are closed.

Check Also

Fedeli: “Basta solo compiti a casa, meglio lavorare di più in classe”

Superare l’impostazione tradizionale dei compiti a casa coinvolgendo di più’ i…