Marco Rossi Doria al Miur? ecco chi è il probabile ministro

6  min di lettura

Si attende l’ufficialità in serata, ma chi è Marco Rossi Doria, probabile prossimo ministro dell’istruzione?

Ma chi è il nuovo ministro?

Figlio di Manlio Rossi-Doria, ha studiato al Liceo classico Virgilio di Roma dal 1968 al 1973 dove ha partecipato alla contestazione studentesca e ai movimenti della sinistra. Sospeso per motivi disciplinari nel 1973, ha svolto gli esami di maturità l’anno successivo come privatista, conseguendo non la maturità classica ma quella magistrale, avendo preso la decisione di dedicarsi all’insegnamento. Si forma professionalmente nel Movimento di Cooperazione educativa  (MCE).

Nel 1975 vince il concorso magistrale e diventa maestro elementare. Da allora si dedica al lavoro di maestro, prima nel quartiere di Primavalle a Roma, poi a Torre Annunziata . Nel 1984, in aspettativa non pagata, insegna alla Scuola Montessori di Richmond (California, USA). Ritorna l’anno successivo alla scuola di Torre Annunziata. Nel 1987 vince il concorso per le scuole italiane all’estero. Insegna in Kenya dal 1987 al 1990, dove collabora con le ONG che lavorano con i ragazzi del settore manufatturiero informale Jua Kali. Insegna poi nella scuola elementare statale di Parigi, dal 1990 al 1993. Tornato a Napoli nel 1994, oltre a dedicarsi all’insegnamento partecipa al lavoro di strada con bambini e adolescenti nel quartiere dove vive insieme all’Associazione Quartieri Spagnoli: doposcuola, laboratori creativi, costruzione di una rete integrata nella prospettiva dello sviluppo locale partecipativo, avvio di percorsi scuola-lavoro.

Il primo Maestro di Strada

Il ministro Luigi Berlinguer – su progetto pilota nei Quartieri Spagnoli  – lo nomina primo maestro di strada d’Italia (1994-1997). Sulla base di questa esperienza è cofondatore – insieme a Cesare Moreno, Carla Melazzini e altri – del progetto Chance, una innovativa scuola pubblica di seconda occasione e di avvio alla formazione professionale e a stage in botteghe artigianali in tre quartieri a forte rischio sociale di Napoli, esperienza di punta della legge 285/97 ritenuta buona pratica dalla UE e dal Consiglio d’Europa – nel quale, oltre a insegnare ad adolescenti drop-out, ha co-curato progettazione e coordinamento per dieci anni (1996-2006).

Ha fondato e presieduto (2001-2007) la Onlus Maestri di strada per l’accompagnamento alla formazione e al lavoro di ragazzi e ragazze in difficoltà.

Incarichi di governo

Il 29 novembre 2011 è stato nominato Sottosegretario di Stato al Miur nel Governo Monti.

Riconfermato il 2 maggio 2013 sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca anche nel successivo Governo Letta.

I commenti sono chiusi.