Scuola, in Veneto si insegnerà il dialetto in classe

1  min di lettura

Martedì 29 novembre il consiglio regionale del Veneto è convocato per approvare il pdl 116 che vorrebbe spalancare le porte all’insegnamento del dialetto veneto. La proposta approdata in aula nasce dai sindaci di Resana, Segusino, santa Lucia di Piave e Grantorto e la I commissione di palazzo Ferro Fini l’ha votata in gran velocità e ora otterrà il via libera.

Resta il problema: il dialetto si può insegnare come bilinguismo alla pari dell’inglese, tedesco e francese? Chi paga i corsi per una “koinè” che tutti imparano nell’infanzia? Ancora: chi deciderà quali sono i docenti di dialetto? In attesa di ottenere risposte precise, ieri è arrivato il via libera da Daniela Beltrame, secondo cui l’eventuale introduzione per legge del dialetto veneto a scuola non sarebbe vista come un problema dall’Ufficio regionale scolastico. Resta da capire cosa dirà il ministro Stefania Giannini, che è docente di linguistica.

I commenti sono chiusi.