Preside denunciata per comportamento antisindacale

4  min di lettura

L’Unicobas ha denunciato la dirigente scolastica dell’IC di Vallelunga Villalba Marianopoli (Caltanissetta) per aver rimproverato una insegnante che non aveva comunicato l’adesione allo sciopero prima dell’inizio delle lezioni.

Si tratterebbe, quindi, di comportamento antisindacale in quanto, secondo la ricostruzione dell’Unicobas, il 21 ottobre scorso in occasione dello sciopero proclamato da tre sindacati di base (Usb, Usi e Unicobas) la dirigente scolastica avrebbe affrontato il marito di una insegnante.

La ds avrebbe detto: “Lo sciopero non è assenza selvaggia dall’istituzione scolastica; è buona creanza quando ci si assenta dal posto di lavoro per qualsiasi motivo, comunicarlo in tempo, non alle 08,30; dov’è scritto che quando uno sciopera lo deve comunicare oltre l’orario di servizio? La norma è telefonare in segreteria ed al plesso, contemporaneamente. Non finisce qua”.

L’Unicobas ha replicato alla ds: “Una cosa giusta la preside la dice: non finisce davvero qui. Infatti domani la denunceremo alla Commissione di Garanzia sul diritto di sciopero (ed all’Ufficio Relazioni Sindacali del Miur). La conoscenza delle norme in materia di sciopero da parte della preside –  ha sottolineato il segretario nazionale Stefano d’Errico – è talmente alta da farla convinta che non solo la comunicazione di adesione agli scioperi sarebbe ‘obbligatoria’ come all’inizio del secolo nell’Europa dei lupanari, ma andrebbe fatta addirittura prima dell’inizio delle lezioni (mentre tutti sanno che chi non è in malattia viene automaticamente conteggiato fra gli scioperanti)”.

“L’insegnante – ha proseguito d’Errico – senza che questo sia richiesto da norma alcuna  s’era comunque premurata di avvertire la segreteria alle 8.15 precise, quando le lezioni hanno inizio alle 8.30”.

 

 

fonte: tecnicadellascuola

 

 

I commenti sono chiusi.