Tfa terzo ciclo, laurea obbligatoria anche negli asili nido

4  min di lettura

Ancora in ballo l’attivazione del Tfa terzo ciclo. Il Miur, nonostante sia a lavoro per la definizione del bando che dovrebbe rispondere alle esigenze delle regioni, lavora con meno celerità rispetto ad altre problematiche,

Intanto, nell’attesa di vedere un documento ufficiale, il 2 novembre le organizzazioni sindacali e Ministero dell’Istruzione si incontreranno per la terza volta in questo autunno.

Inoltre, la riforma della scuola dell’infanzia, in via di approvazione, prevede che le insegnanti dovranno essere laureate. La legge denominata 0-6 prevede quasi 245mila nuovi posti per i bambini e, per la prima volta, vedrà scritto nero su bianco che tutte le maestre dovranno possedere un titolo di studio universitario.

Pur non essendo una norma retroattiva, questo rappresenta un grande cambiamento per il mondo della scuola dell’infanzia.

La senatrice Francesca Puglisi, membro della Commissione VII istruzione pubblica e prima firmataria della legge 0-6 ha commentato: “Contiamo di far partire i primi corsi tra un anno. Verrà insediata una Commissione di esperti per emanare le linee guida. A quel punto il servizio sarà uguale per tutti e si ispirerà ai modelli di eccellenza per la formazione come Reggio Children o come i progetti avviati in Toscana e a Torino. L’impegno è anche quello di offrire un buon servizio educativo a un maggior numero di famiglie, in linea con la strategia di Lisbona”.

 

 

fonte:Techpost.it

I commenti sono chiusi.