Tar del Lazio, sentenza bomba riapre le porte delle graduatorie per i Tfa

2  min di lettura

Nuova sentenza bomba che potrebbe immettere altro caos nella cosiddetta “buona scuola” e ridare speranza a migliaia di docenti esclusi dalla graduatoria. Il Tar del Lazio ha, infatti, inserito nelle Gae centinaia di ricorrenti abilitati Tfa. La decisione del tribunale, infatti, crea un quesito giuridico che a cui i tecnici del ministero dovranno trovare risposta. I Tfa, infatti, sono stati creati dall’ex ministro Maria Stella Gelmini, per creare uno strumento unico di abilitazione all’insegnamento dopo la chiusura delle vecchie scuole di specializzazione. Un canale che non dava diritto al posto fisso, ma che forniva un titolo per insegnare come supplenti e partecipare al concorsone. Tuttavia i ricorrenti in possesso del titolo Tfa, hanno ritenuto, contrariamente a quanto sostenuto dal ministero (secondo il quale gli iscritti al Tfa non sarebbero mai stati assunti in automatico) hanno ottenuto ora un’ammissione con riserva nelle graduatoria. L’ennesima bomba che rischia di sbriciolare gli effetti del concorsone.

I commenti sono chiusi.